Odontoiatra in Centro a Milano
Le gengive che sanguinano: da cosa sono causate?

Veterinario a domicilio in centro a Milano

Le gengive che sanguinano

senti cosa dicono di noi i nostri pazienti:
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Dal 1955, mia mamma è stata una delle prime pazienti del Dott. Luigi Bittante.
Ho avuto solo i Bittante come dentisti: pazienti, bravi, perfetti!"
Luisa
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Sono quarant'anni che vengo qui: ho avuto anche interventi importanti, ma non ho mai avuto paura né nessuna tensione!"
Mercedes
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Sono più di sessant'anni che vengo qui allo Studio Bittante: prima col Dott. Luigi, ora con la Dott.ssa Ilaria.
Sempre con loro!"
Silvana
Immagini di interventi medici odontoiatrici
ATTENZIONE
La pagina che stai per leggere può contenere immagini mediche e diagnostiche di patologie e terapie, che potrebbero essere non adatte ad un pubblico particolarmente sensibile.
Sommario della paginaSommario della pagina [NASCONDI]
Condividi questa pagina

Gianluigi Bittante - MioDottore.it
Dentista in centro a Milano

ti sanguinano i denti quando te li lavi?
Le tue gengive appaiono rosse, gonfie e, se le premi col un dito, sanguinano?
Non è un buon segno: le gengive sane non appaiono così e, soprattutto, non sanguinano.

Vuoi contattarci d'urgenza?
Lasciaci il tuo numero e ti chiameremo subito!

il sanguinamento gengivale non lascia mai intuire cose buone, e spesso è collegato ad un attacco batterico incontrollato, a cui le tue gengive stanno cercando di rispondere... Con molta fatica, se proprio vuoi saperlo.

quando te ne accorgi, vuol dire che questo attacco è in essere da già un bel po' di tempo, e i tessuti delle tue gengive hanno veramente bisogno d'aiuto.
Leggi questa pagina per scoprirne di più, e poi corri d’urgenza dal tuo dentista per un controllo.

Cosa sono le gengive?

Dentista in centro a Milano

Le gengive sono il tessuto di supporto e protezione ai denti e all’osso, sia mascellare che mandibolare.
Sono un tessuto morbido e gommoso, che ricopre le radici dei denti e ne lascia scoperta solo la parte visibile, cioè la corona dentale.

appaiono, quando sane, di un colorito rosa-corallo, con un’apparenza opaca e dalla caratteristica superficie rugata, ‘a buccia d’arancia’.
Il loro scopo principale è impedire le infezioni batteriche ai tessuti profondi dell’osso alveolare, e con esso anche alle radici dei denti.

senza le gengive infatti sia l’osso che le radici dentali sarebbero sottoposte in ogni momento a qualsiasi attacco batterico, finendo in breve in putrefazione.
Proprio per la loro azione ‘da scudo’, i tessuti gengivali hanno un grande livello di rigenerazione, perché devono ripararsi pressoché costantemente sotto l’altrettanto costante minaccia batterica.

Perché le gengive si arrossano e sanguinano?

Dentista in centro a Milano

la regressione gengivale è il sintomo immediatamente visibile della malattia parodontale

Le gengive sono geneticamente progettate per fare ‘da scudo’ all’attacco dei batteri, ed è un compito che svolgono in maniera eccellente ogni momento della nostra vita.
Sebbene riescano a proteggere molto bene anche in caso di grandi attacchi continui dei batteri che popolano la nostra bocca, come qualsiasi altro organo del corpo umano anche le gengive hanno un limite strutturale di sopportazione.

quando questo limite, che varia da persona a persona, viene superato, le gengive non riescono più a contenere la carica batterica della flora orale, che quindi prende il sopravvento.
L’attacco batterico incontrollato causa un eccesso di placca batterica, il biofilm di batteri che ricopre i nostri denti specialmente dopo ogni pasto (meglio se zuccherino), e che calcifica in poche ore, formando uno strato durissimo e impossibile da eliminare con lo spazzolino, chiamato tartaro.

il tartaro, cioè la calcificazione della placca causata dal contatto con la saliva, irrita le gengive poiché infetto e composto da tantissimi batteri, troppi anche per le ben agguerrite gengive.
Sotto l’azione irritante del tartaro, le gengive quindi si gonfiano e si arrossano, nel tentativo di contenere l’attacco batterico (sintomo tipico di ogni processo infiammatorio del corpo umano).

ecco quindi che il loro colorito sano, cioè roseo, diventa scuro e rosso, e il loro aspetto cambia, gonfiandosi e, spesso, dolendo al tatto.
Il sanguinamento è un effetto collaterale dell’infiammazione, ed accade sempre per sollecitazione meccanica, sovente durante la normale pulizia con lo spazzolino.

Perché i batteri riescono ad aumentare così tanto da irritare le gengive?

Dentista in centro a Milano

La risposta a questa domanda è molto semplice: perché qualcuno si scorda di abbassarne la carica totale, non provvedendo alla giusta igiene orale quotidiana.
La scienza ha definitivamente chiarito, dopo decenni di sperimentazioni, che non è possibile eliminare completamente la flora batterica orale dalla nostra bocca, almeno non per molto tempo.
Dopo pochi minuti anche dalla più profonda pulizia, essa si riforma, in un processo costante, inevitabile.

quello che possiamo fare, però, è ridurre la quantità dei batteri nocivi procedendo alle regolari pulizie post-pasto, per mezzo dello spazzolino, del filo interdentale e dello scovolino dentale.

L’igiene quotidiana, specie quella serale, è essenziale per prevenire l’accumulo dei depositi di tartaro: il corretto spazzolamento dentale, unito all’azione del filo interdentale e dello scovolino dentale sono necessari per ridurre la carica batterica proprio nel momento in cui essa si ammassa di più, cioè dopo il pasto.

se la placca batterica non è rimossa adeguatamente, entro poche ore (circa 12-18) calcifica in tartaro, e diventa quindi durissima ed impossibile da eliminare con lo spazzolino.
Durante il giorno, l’azione batterica è contrastata dall’azione sterilizzante della saliva (una base alcalina), che rimuove costantemente le formazioni batteriche e ne causa la deglutizione.
Questa protezione naturale però si affievolisce di molto durante il sonno, fino a cessare.
È proprio lì che i batteri quindi ‘banchettano’, si nutrono e si riproducono, formando in poche ore il tartaro.

Cosa si può fare in caso di gengive gonfie e sanguinanti?

Dentista in centro a Milano

L’infiammazione acuta delle gengive, con perdita di sangue e tumefazione, è chiamata gengivite.
Datosi che, come abbiamo visto, la sua causa è il tartaro sedimentato, la sua terapia è conseguente, e prevede l’asportazione del tartaro, chiamata in gergo tecnico detartrasi.

La detartrasi è impossibile da eseguire con i comuni strumenti di pulizia casalinga: spazzolino, filo e scovolino non riescono a scalfire il tartaro, che si lega abbastanza tenacemente allo smalto dentale per l’effetto della calcificazione.
Per rimuoverlo, è necessario quindi utilizzare strumenti un po’ più incisivi, non disponibili nel commercio generalista.

tali strumenti sono lo specillo, gli scalers e l’ablatore ultrasonico: tutti ‘ferri del mestiere’ usati dal dentista o dall’Igienista Dentale, disponibili in qualsiasi studio odontoiatrico.
Grazie al loro uso è possibile eseguire la detartrasi, e liberare quindi le gengive dall’elemento infiammante, il tartaro.

solitamente, la detartrasi meccanica in studio è necessaria e sufficiente per risolvere la gengivite: entro pochi giorni le gengive si sgonfiano, e tornano quindi al loro colore normale.
Solo in rari casi è associata, all’ablazione manuale, anche una cura antinfiammatoria, e molto raramente quella antibiotica.

se presa per tempo, quindi, la gengivite è una patologia benigna, che non lascia strascichi e danneggiamenti.
Ovviamente, alla fine del trattamento il paziente è debitamente istruito ad iniziare, da subito, un’idonea cura della sua igiene orale, con un adeguato uso dello spazzolino e degli altri strumenti di pulizia casalinga.

Ma se la gengivite è trascurata…

Dentista in centro a Milano

il tartaro non è esattamente una causa, piuttosto è una conseguenza di una cattiva igiene orale

se la gengivite non è prontamente trattata e viene quindi rimandata la detartrasi, le gengive passano allo step infiammatorio successivo, dal carattere cronico e permanente, chiamato parodontite (o piorrea).
L’azione infiammante del tartaro viene mitigata dalle gengive con un lento ma progressivo ritiro delle stesse verso l’apice della radice dei denti.

tale ritiro, un atto di protezione delle gengive che in questo modo tentano di ‘bloccare la strada’ ai batteri, causa però la formazione di vere e proprie ‘tasche’ (chiamate tasche parodontali), che lentamente si riempiono di altri batteri ed altro tartaro, peggiorando la retrazione gengivale e rendendola quindi cronica ed irreversibile.

a lungo andare, il tartaro avanza così in profondità da arrivare sino all’osso alveolare, minando quindi la struttura del dente e causandone la perdita, con un’espulsione spontanea.
La malattia parodontale, se non trattata per tempo, è la prima causa di perdita dei denti della popolazione adulta over 50, in tutto il mondo.

Quindi, per il bene delle tue gengive

Dentista in centro a Milano

oltre alla consueta igiene orale quotidiana, che deve essere impeccabile e regolare, devi anche provvedere ai controlli periodici dal dentista, con le relative pulizie professionali in studio.
Ricorda anche che non tutti gli esseri umani hanno lo stesso grado di tolleranza agli attacchi della placca batterica, anche se puliscono perfettamente tutti i giorni i loro denti.

alcuni individui sono geneticamente portati alla gengivite e alla parodontite, e richiedono quindi controlli e pulizie in studio più frequenti.
Altri ancora hanno una composizione della saliva differente e più acida, che vanifica l’effetto sterilizzante della stessa.
Anche per loro, i controlli e le pulizie periodiche in studio sono obbligatorie, più degli altri soggetti.

quando vedi il sangue che esce dalle gengive quando ti lavi i denti, ricordati che esso è sempre un campanello d’allarme di un problema più grande, che solitamente riguarda proprio l’infiammazione causata dal tartaro.
Non devi preoccuparti eccessivamente, ma devi subito prenotare una visita dal dentista, che sicuramente ti saprà consigliare e, eventualmente, saprà anche provvedere alla pulizia professionale.

anche se sei un soggetto predisposto alla parodontite, non devi allarmati eccessivamente: ricorda che la predisposizione alla piorrea, da sola, non basta a scatenare la malattia.
Per essa, ci vogliono comunque gli ‘elementi giusti’, cioè un grande attacco batterico incontrollato.
Quindi: molto tartaro accumulato.
Se provvedi alla regolare pulizia quotidiana e ai controlli regolari in studio, con le opportune pulizie periodiche, puoi stare tranquillo che le tue gengive rimarranno sempre pulite e sicure.

Dal 1955, l’eccellenza per la cura delle patologie gengivali a Milano

Dentista in centro a Milano

dal 1955, ci prendiamo cura delle vostre gengive nel centro di milano

Lo Studio Dentistico Bittante è, sin dal 1955, l’alta qualità per i trattamenti delle patologie gengivali a Milano.
Lo studio, modernamente organizzato e proprio dietro al Duomo, è un’eccellenza meneghina per la cura della gengivite e della parodontite cronica.

grazie ai bio-test genetici e microbici e alla terapia con il laser odontoiatrico ad alta potenza, i professionisti dello studio specializzati in Parodontologia sono in grado di curare qualsiasi caso, anche grave, di gengivite o parodontite, senza dolore per il paziente.

dal 1955 la continua ricerca medica ed odontoiatrica, la costante formazione e l’utilizzo di innovativi protocolli terapeutici garantisce l’alta qualità per i pazienti affetti dalle malattie gengivali, che nello studio possono trovare valido aiuto e supporto.

se le tue gengive sanguinano, sono rosse e gonfie e ti fanno male, non perdere quindi altro tempo: a Milano, lo Studio Dentistico Bittante può aiutarti, velocemente e con i migliori specialisti del settore.

Dentista in centro a Milano
Dal 1955, il tuo dentista in Centro a Milano.
Dentista in centro a Milano
Quindi ricorda che...
  • Le gengive sono il naturale tessuto protettivo dei denti e dell’osso alveolare;
  • In una situazione di normalità il loro colore è rosa-corallo, non sono gonfie e non sanguinano;
  • La superficie gengivale è naturalmente rugosa, ‘a buccia d’arancia’;
  • Le gengive proteggono costantemente i nostri denti e il nostro osso dall’attacco dei batteri nocivi;
  • In caso di sovra-attacco batterico, le gengive possono irritarsi ed infiammarsi, divenendo rosse e piene di sangue;
  • La placca batterica deve essere rimossa quotidianamente, mediante la pulizia dentale;
  • Se la placca batterica non è prontamente rimossa, calcifica nella formazione del tartaro;
  • Il tartaro irrita le gengive, che s’infiammano e si gonfiano (gengivite);
  • La terapia per la gengivite è la pulizia professionale del tartaro, chiamata detartrasi;
  • La detartrasi è possibile solo in studio odontoiatrico, e va eseguita periodicamente;
  • Se sei predisposto alle malattie gengivali, devi eseguire controlli più frequenti di chi invece non è predisposto;
  • Se non intervieni per tempo e risolvi la gengivite, essa può tramutarsi in malattia parodontale cronica
ti potrebbero interessare anche i seguenti contenuti:
i nostri pazienti, la nostra famiglia:
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟È il mio studio di fiducia da tantissimo tempo: ho deciso di venire sempre qui!"
Rossella
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Vengo qui da quarant'anni, ho sempre apprezzato la professionalità e la bravura di tre generazioni di Bittante."
Alvise
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Mi sono sempre trovata molto bene, non ho mai avuto bisogno di cercare un altro dentista!"
Donatella
Contatta i dentisti dello Studio Bittante,
sono qui per aiutarti.
In centro a Milano, sin dal 1955.
* Compila il modulo, oppure chiama lo 02.76.02.35.75 *
Tutti i campi con * sono obbligatori

Questo modulo è sicuro e protetto contro i bot da Google ReCAPTCHA