Odontoiatra in Centro a Milano
L'edentulia, ovverosia la perdita dei denti naturali

Veterinario a domicilio in centro a Milano

La perdita dei denti naturali

senti cosa dicono di noi i nostri pazienti:
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Dal 1955, mia mamma è stata una delle prime pazienti del Dott. Luigi Bittante.
Ho avuto solo i Bittante come dentisti: pazienti, bravi, perfetti!"
Luisa
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Sono quarant'anni che vengo qui: ho avuto anche interventi importanti, ma non ho mai avuto paura né nessuna tensione!"
Mercedes
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Sono più di sessant'anni che vengo qui allo Studio Bittante: prima col Dott. Luigi, ora con la Dott.ssa Ilaria.
Sempre con loro!"
Silvana
Immagini di interventi medici odontoiatrici
ATTENZIONE
La pagina che stai per leggere può contenere immagini mediche e diagnostiche di patologie e terapie, che potrebbero essere non adatte ad un pubblico particolarmente sensibile.
Sommario della paginaSommario della pagina [NASCONDI]
Condividi questa pagina

Gianluigi Bittante - MioDottore.it
Dentista in centro a Milano

in condizioni di normalità, la dentatura umana è composta da 32 denti

La bocca umana è formata da un numero ben specifico di denti, ripartiti su due palati (superiore ed inferiore), che formano le cosiddette ‘arcate dentali’, così chiamate per la tipica forma ‘ad arco’.

La dentatura, cioè la posizione dei singoli elementi dentali, varia in base alle fasi della vita ed è, nell’Homo Sapiens, suddivisa in due dentizioni specifiche: quella ‘da latte’ (decidua, in gergo tecnico), cioè la prima in assoluto, e quella permanente, che si completa poco prima dell’inizio dell’età puberale.

Vuoi contattarci d'urgenza?
Lasciaci il tuo numero e ti chiameremo subito!

La dentizione definitiva è formata da 32 denti: l’edentulia è la condizione in cui uno o più di questi trentadue elementi dentali viene a mancare, lasciando quindi uno spazio vuoto laddove, originariamente, c’era invece un dente.
Leggi questa pagina per scoprire perché si perdono i denti, e cosa può essere fatto per rimpiazzarli.

Quanti sono i denti della bocca umana?

Dentista in centro a Milano

La dentizione umana definitiva, in assenza di malformazioni congenite, vede un numero uguale di denti per ogni essere umano del genere Sapiens, a prescindere dalla sua etnia e dal suo fenotipo.
Tale dentatura è composta da 32 denti, suddivisi in 16 elementi per palato (superiore ed inferiore), ripartiti simmetricamente (elementi anatomici ‘pari’, in gergo medico).

abbiamo quindi per ogni arcata:

  • 4 incisivi, utilizzati per tagliare;
  • 2 canini, utilizzati per azzannare e strappare;
  • 4 premolari, utilizzati per triturare e masticare;
  • 6 molari, utilizzati anch’essi per triturare e masticare, sebbene solo quattro siano ormai utilizzati a tale scopo

i famosi ‘denti del giudizio’, cioè gli ultimi quattro molari (due per palato) sono un retaggio evolutivo in via di eradicazione, in quanto non più funzionali (non vengono più utilizzati per la masticazione, oppure per la fonetica).
Di tutta la dentatura umana, questi ultimi denti sono sacrificabili, e la loro estrazione è anzi il più delle volte consigliata per mantenere l’equilibrio funzionale ed estetico di tutti gli altri denti.

Dentista in centro a Milano

qualsiasi alterazione a questa configurazione naturale, esclusi gli ultimi quattro molari, è considerata anormale, e qualsiasi elemento mancante di questa struttura viene definito ‘situazione di edentulia’, cioè della mancanza di uno o più denti.

come andremo a vedere più avanti l’edentulia è sempre deleteria per l’organismo, e non solo per un mero fattore estetico: dall’equilibrio dei due palati e dalla loro buona occlusione dipendono infatti anche altri elementi del corpo, come ad esempio i muscoli del collo, della schiena e, in ultima analisi, anche la postura.

ecco perché è importante che un soggetto sano, e che vuol continuare a godere di buona salute, abbia anche una struttura dentale sana e senza elementi mancanti.
Laddove invece siano presenti situazioni di edentulia, è necessario ricorrere agli aiuti forniti dalla moderna protesi dentale per ripristinare una corretta dentizione.

Una storia fatta di … Perdita dei denti?

Dentista in centro a Milano

per secoli, l'estrazione dentale è stata l'unica arma in possesso dell'uomo per risolvere carie ed infezioni dentali

L’essere umano, almeno per ciò che conosciamo della nostra specie Sapiens, ha sempre combattuto contro la perdita dei denti naturali.
L’edentulia ha infatti afflitto, ed affligge ancora, qualsiasi società o classe sociale, ed è sempre causa di denigrazione e scherno, per gli ovvi problemi estetici e funzionali che essa comporta.

una volta, prima dell’inizio dell’era scientifica e della medicina moderna, i nostri antenati europei pensavano che la perdita dei denti fosse imputabile alle paturnie di Crono (Saturno, nella mitologia romana), e delle sue nefaste influenze sulla nostra bocca.

all’avvento del Cristianesimo, il collerico dio del tempo fu sostituito da Santa Appollonia, e dal suo martirio che la vide morire orribilmente in Egitto, con tutti i denti strappati (da cui il mito folkloristico della ‘Fatina dei Denti’).

Dentista in centro a Milano

in realtà, i più sagaci ed intelligenti medici e cerusici (chirurghi) del passato, benché privi di conoscenze scientifiche moderne, avevano già capito che la perdita dei denti era sempre dovuta ad un danno tissutale al cavo orale.
E che riparare tale danno era estremamente difficile, poiché i tessuti dentali, al contrario di quelli delle altre parti del corpo umano, non si rigenerano.

l’antica medicina egizia, prototipo della nostra medicina attuale, aveva perfettamente intuito che la carie dentale era la prima causa di perdita dei denti, e aveva già sviluppato terapie molto efficaci per combatterla.
Le moderne otturazioni dentali sono, grossomodo, evoluzioni di quelle già sviluppate dai medici egizi, e che eseguivano con colature di oro.

i medici egizi avevano anche intuito quanto fosse importante mantenere il corretto numero di denti in bocca.
Sappiamo per certo, grazie al ritrovamento di preziosi manufatti, che già al tempo gli Odontoiatri dell’epoca (incredibilmente, già specializzati nelle cure dentali, e separati dagli altri medici!) costruivano complesse protesi aiutandosi con ponti e denti veri, presi (non si sa quanto volentieri) da ‘donatori’.

in realtà, ora sappiamo che la perdita dei denti è un problema antico e molto sentito da tutte le civiltà umane, che ha origini molteplici: sia eziologiche che, non bisogna dimenticarlo, anche prettamente traumatologiche.

Perché si perdono i denti?

Dentista in centro a Milano

essenzialmente, i denti naturali vengono perduti per un danno ai tessuti che li compongono, oppure a quelli del parodonto, cioè la struttura a loro supporto (gengive e osso alveolare).
Tra le cause che possono portare a questo danno tissutale possiamo elencare:

  • Carie dentale
    La carie dentale, ossia la putrefazione cronica e degenerativa di smalto e dentina, causata dagli acidi frutto della fermentazione batterica, è tra le prime cause della perdita dei denti nella popolazione adulta.
    Il fenomeno patologico colpisce ogni parte del mondo, qualsiasi fenotipo umano, sesso o età (anche i bambini), tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che, praticamente, almeno una volta nella vita tutti gli esseri umani si ammalano di carie dentale.
    La carie penetra e corrode i tessuti interni del dente, e ne causa disintegrazione; se non trattata per tempo, manda in necrosi la polpa e causa ascessi, granulomi e cisti, aggredendo anche il tessuto osseo che tiene ancorato il dente;
  • Parodontite cronica
    Infezione gengivale causata da specifici batteri commensali che popolano la nostra bocca, innocui in situazioni normali ma, sotto predisposizione genetica oppure per via di cattiva igiene orale, agenti eziologici di una malattia degenerativa che affligge tutto il parodonto.
    Si manifesta come una lenta ma costante regressione gengivale, che poco a poco ‘scava’ nel tessuto di supporto del dente arrivando sino all’osso alveolare, rodendo il cemento e destabilizzando così l’elemento dentale.
    Se non trattata per tempo, la parodontite distrugge le gengive e l’osso, causando la caduta spontanea (espulsione) dei denti.
    Colpisce gran parte della popolazione over 50, specie i soggetti geneticamente predisposti, oppure fumatori, diabetici e/o dalla scarsa indole alla giornaliera e metodica pulizia orale.
    Assieme alla carie dentale, è storicamente la patologia che è associata alla perdita dei denti, specie nell’età avanzata della vita;
  • Traumi ed incidenti
    Sebbene protetti da uno strato estremamente duro e ben ancorati a mascella e mandibola per mezzo del cemento dentale, i denti possono comunque rompersi, scheggiarsi e anche saltare via, specie dopo grandi traumi.
    Oltre all’impatto prettamente meccanico, che può romperli, i denti possono subire anche una restrizione decisa del canale radicolare, che può strozzare la vascolarizzazione della polpa e mandarla quindi in necrosi.
    Anche piccole fratture o scheggiature, se non adeguatamente trattate, possono portare ad una pericolosa carie silente, poiché porte d’accesso per le infezioni batteriche

I denti perduti si possono rimettere?

Dentista in centro a Milano

una moderna dentiera in resina

allo stato attuale della medicina e della ricerca biomedica, purtroppo no.
Non è ancora possibile ricostruire in vitro la gemma dentale (le cellule originarie che, crescendo, formano il dente), e non è possibile eseguire trapianti di denti.
Una volta perduti, per qualsiasi motivo, i denti naturali non ricrescono, e non possono essere sostituiti da altri denti biologici.

possono però essere realizzate delle protesi, sia fisse che mobili, ormai di livello estetico paragonabile ai denti naturali, divenute (grazie all’avanzamento della tecnologia odontotecnica) anche estremamente durature e resistenti negli anni.
Alle canoniche protesi fisse (i ponti odontoiatrici) e quelle mobili (le protesi scheletrate) ora è possibile aggiungere gli impianti dentali di nuova generazione, che sono in grado di rimpiazzare definitivamente un dente perduto.

nel corso degli anni, gli sforzi dell’Odontoiatria si sono concentrati sul concetto di naturalità e bassa invasività: gli impianti dentali moderni, realizzati in puro titanio, sono al 100% biocompatibili, e sono inseriti con guida TAC, spesso con interventi davvero mini-invasivi.

fermo restando che, ovviamente, è sempre meglio preferire la conservazione (anche parziale) dell’elemento dentale naturale, gli impianti moderni garantiscono ottime caratteristiche di robustezza ed affidabilità, e sono quindi (solitamente) la soluzione preferenziale nel caso sia necessario provvedere al ripristino dell’arcata dentale danneggiata dall’edentulia.

QUAL È la prevenzione migliore per evitare di perdere i denti?

Dentista in centro a Milano

rispetto a molti anni fa, ora l’edentulia della popolazione dei paesi avanzati è molto più limitata.
Le cure odontoiatriche di livello e, soprattutto, la nascita dell’Endodonzia e della Parodontologia hanno permesso di risolvere situazioni gravi che, non molti decenni fa, potevano essere risolte solo con l’estrazione dentale.

detto ciò, è ovvio e scontato che la prevenzione dell’edentulia sia sempre e comunque la strada prioritaria e preferibile da intraprendere ed incoraggiare.
Sia per motivi prettamente funzionali (è sempre meglio conservare i denti naturali, piuttosto che inserire protesi), sia prettamente economici: i costi della prevenzione sono incredibilmente più contenuti rispetto a quelli che bisogna sopportare, invece, per inserire delle protesi.

in primo luogo, cura l’igiene dentale quotidiana, e non dimenticarti di andare dal dentista periodicamente per i regolari controlli e pulizie professionali.
La carie dentale è una delle cause primarie della perdita dei denti nella popolazione adulta, e può essere prevenuta esclusivamente con la scrupolosa pulizia orale giornaliera domestica, nonché con controlli regolari dal dentista.

Dentista in centro a Milano

parodontite in stato avanzato

La regolare pulizia quotidiana e le altrettanto regolari pulizie professionali sono altresì indispensabili per evitare il manifestarsi della malattia parodontale (piorrea), assieme alla carie la seconda causa più frequente della perdita dei denti.

non è possibile, purtroppo, evitare la predisposizione genetica alla parodontite, ma essa non può comunque manifestarsi in una bocca sana, in cui la placca batterica è tenuta sempre sotto controllo con le pulizie periodiche.

traumi ed incidenti non sono prevedibili, almeno non tutti, e quindi la prevenzione è un concetto abbastanza aleatorio.
Quello che si può fare in caso di urto violento, però, è quello di recarsi subito dal dentista per un controllo dei denti.
Scheggiature e fratture dei denti possono essere ricostruite, evitando così l’infiltrazione dei batteri e la conseguente necrosi della polpa.

Perché è importante rimpiazzare i denti perduti?

Dentista in centro a Milano

L’equilibro della bocca, comprese le occlusioni dei palati, non è un mero problema estetico: è funzionale.
Quando si perde un dente, l’organismo umano tende sempre a chiudere lo spazio creatosi, spostando quindi i rimanenti elementi dentali.

ciò causa diversi problemi, tra cui quello della malocclusione.
La malocclusione dei palati genera a sua volta molte complicazioni, tra cui: problemi alla fonetica, alla masticazione, alla deglutizione, alla respirazione e, anche se si fa fatica a crederlo, anche alla postura.

È estremamente lungo (e costoso), specie in una bocca adulta e già formata definitivamente, correggere la malocclusione manifestatasi dopo la perdita di uno o più elementi dentali.
Ecco perché rimpiazzare quanto prima i denti naturali perduti è sempre la scelta giusta e consigliata.

Dentista in centro a Milano

la vite endossea di un impianto simula la radice dentale

c’è poi un altro problema prettamente meccanico che l’edentulia comporta.
Riassumendo, per far capire semplicemente: ogni dente è saldamente ancorato all’osso mascellare o mandibolare per mezzo di del cemento alveolare.
Un tessuto che, come il nome lascia intuire, ‘cementa’ solidamente il dente all’osso.

ogni volta che mastichiamo, l’osso riceve uno stimolo dal dente e dal cemento, che lo spinge (entro certi limiti) a rigenerarsi costantemente.
Quando il dente viene rimosso, questo stimolo cessa, e l’osso alveolare, pian piano, si ritira.

se passa molto tempo da quando il dente viene perduto, può accadere che l’osso si ritiri talmente tanto da non rende più possibile, ad esempio, l'inserimento di un impianto dentale.

ciò può essere curato dall’Implantologia moderna per mezzo della ricostruzione ossea e la riabilitazione, ma è comunque un processo abbastanza lungo e costoso, che è preferibile evitare rimpiazzando subito il dente mancante con un impianto, un ponte o comunque una protesi sostitutiva.

Alitosi cronica? Occhio ai denti mancanti!

Dentista in centro a Milano

se perdi un dente, per qualsiasi motivo, e non lo rimpiazzi quanto prima con una protesi, lo spazio tra i denti rimasti è un ottimo ‘nido’ non solo per la colonia batterica che permanentemente popola la tua bocca, ma anche per frammenti di cibo, avanzo dei pasti.
A loro volta, questi frammenti sono un lauto banchetto per altri batteri, che così aumentano ancora di più di numero, riproducendosi senza sosta.

l’alitosi è una situazione di alito sgradevole, causato principalmente proprio dalla sovrappopolazione batterica.
È molto frequente nei pazienti affetti da malattia parodontale, carie in stato avanzato, denti in necrosi e, rimanendo in argomento, situazioni di edentulia.
Ecco perché è importante, anche per questo motivo, rimpiazzare quanto prima i denti perduti.

Per il tuo sorriso, dal 1955 a Milano

Dentista in centro a Milano

dal 1955 facciamo di tutto per darti il tuo miglior sorriso

Lo Studio Dentistico Bittante è, sin dal 1955, l’eccellenza a Milano per la cura dei denti e del parodonto.
Lo studio, moderno e perfettamente organizzato in varie equipe specialistiche, ha una sezione interna totalmente dedicata all’implantologia e alle protesi dentarie.

grazie ai più moderni e sofisticati strumenti diagnostici e di rilievo, come ad esempio la TAC Cone Beam e la stampante CAD per le protesi, l’equipe specializzata in protesi del Dott. Gianluigi Bittante riesce a risolvere problemi di edentulia di qualsiasi genere, con soluzioni adatte per ogni paziente.

sia che tu abbia bisogno di una protesi mobile scheletrata che di un moderno impianto dentale in puro titanio, lo Studio Dentistico Bittante può aiutarti, e può intervenire con tempestività anche se hai bisogno di revisionare una vecchia protesi, oppure devi ripararla dopo un danneggiamento.
E se devi mettere un impianto a carico immediato, nessun problema: se sei idoneo, potrai riavere i tuoi denti in bocca in una sola seduta, senza dolore post operatorio.

oltre sessant’anni di esperienza nelle protesi dentali, sia fisse che mobili, l’eccellenza tecnologica e la formazione costante fanno dello Studio Dentistico Bittante lo studio odontoiatrico di riferimento in centro a Milano.
Sin dal 1955.

Dentista in centro a Milano
Dal 1955, il tuo dentista in Centro a Milano.
Dentista in centro a Milano
Quindi ricorda che...
  • La bocca umana sperimenta due dentizioni nel corso della vita: la prima decidua (i denti da latte) e la dentizione permanente;
  • In situazioni di normalità e in assenza di malformazioni genetiche, la dentizione permanente umana è composta da 32 denti;
  • Di tutti i 32 denti delle arcate dentali, gli ultimi 4 molari (due per palato) sono chiamati ‘denti del giudizio’ e sono sacrificabili poiché non più utilizzati;
  • A parte i denti del giudizio, rimovibili senza troppe conseguenze, è importante riuscire a conservare i denti naturali per più tempo possibile;
  • L’edentulia è la condizione in cui c’è una mancanza di elementi dentali (uno o più denti);
  • I denti naturali possono essere perduti per svariati motivi: per carie trascurate, per la piorrea, per traumi ed incidenti;
  • La prevenzione della perdita dei denti viaggia a stretto contatto con la prevenzione della carie e della parodontite, poiché queste due ultime patologie sono le responsabili principali della perdita dei denti;
  • Se un dente perduto non è rimpiazzato prontamente con una protesi, il corpo umano tende naturalmente a chiudere lo spazio rimanente, modificando così l’occlusione dei palati;
  • È importante rimettere quanto prima i denti perduti e ripristinare la corretta arcata dentale tramite impianti, ponti o protesi mobili
ti potrebbero interessare anche i seguenti contenuti:
i nostri pazienti, la nostra famiglia:
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Ero emozionata per avere l'apparecchio, perché mi hanno fatto i denti tutti belli!"
Nour
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Non ho mai avuto paura di venire qui, anzi mi diverto!"
Sarah
Dentista d'eccellenza in centro a Milano
‟Chiara è la terza generazione della famiglia che viene qui allo Studio Bittante!"
Chiara e il papà
Contatta i dentisti dello Studio Bittante,
sono qui per aiutarti.
In centro a Milano, sin dal 1955.
* Compila il modulo, oppure chiama lo 02.76.02.35.75 *
Tutti i campi con * sono obbligatori

Questo modulo è sicuro e protetto contro i bot da Google ReCAPTCHA